Quali sono le regole della Briscola?

regole briscola

Se non sapete giocare e cercate delle istruzioni su internet, allora siete capitati nel posto giusto perché qui vi spiegheremo le regole briscola e vi diremo anche come giocare a briscola online e magari vincere anche soldi veri comodamente da casa. Pronti? Partiamo!

Il valore delle carte nelle regole Briscola segue questa gerarchia, dal più alto al più basso:

A = vale 11

3 = vale 10

Re = vale 4

Cavallo = vale 3

Fante = 2

7, 6, 5, 4, 2 = valgono zero

Sebbene le ultime valgano zero, tra di loro ha maggior valore la carta numericamente più alta, quindi il 7 di spade sarà più alta del 2 di spade.

Cosa è la Briscola?

Ora veniamo all’elemento chiave delle regole Briscola: la Briscola! Con questo nome si intende il seme che “comanda” il gioco. Questo viene sorteggiato ad inizio gioco quando il mazziere, una volta finito di mescolare e dare le carte, sistema una carta scoperta al centro del tavolo, accanto alla quale andrà a sistemare il mazzo restante. Il valore di questa prima carta scoperta (e solo della prima carta scoperta) sarà la Briscola della partita. In pratica, varrà come seme dominante fin quando non sarà finito tutto il mazzo e si determineranno i punteggi.

Le carte con il seme della Briscola hanno valore più alto di quelle degli altri semi, perciò anche un 2 di Briscola sarà più alto di un Asso di un altro seme. Tra le Briscole stesse (es. Re e Fante di Briscola), varrà il meccanismo della gerarchia di punteggio così come visto precedentemente (A, 3, Re, Cavallo, Fante, 7, 6, 5, 4, 2).

Svolgimento del Gioco nelle Regole Briscola

Il mazziere mescola le carte e ne distribuisce tre per ogni giocatore, scopre una carta al centro del tavolo e vi posiziona affianco il resto del mazzo. A questo punto, il giocatore alla sua destra inizia il gioco mettendo sul tavolo una delle sue tre carte. Il seme di questa carta sarà il seme del giro, perciò se nessuno degli altri giocatori userà una Briscola, vincerà il giro chi porrà sul tavolo la carta più alta di quello stesso seme.  L’obiettivo è quello di prendere, alla fine del giro, le carte utilizzate dai giocatori nel giro. Se un giocatore usa una briscola, prenderà tranne nel caso in cui un altro giocatore non usi una briscola più alta. Ma facciamo un esempio per chiarire meglio.

Situazione 1 – Regole Briscola

Giocatore A – E’ il mazziere, dà le carte al suo avversario e ad egli stesso. La briscola è a denari.

Giocatore B –  Inizia il gioco. Tra le sue tre carte, decide di usare un Re di spade.

Giocatore A – Ha un 3 di spade, è più alto del 10 di spade, lo getta e vince (si prende il Re e il 3 e li mette nel suo mazzetto di carte prese).

Giocatore A – Ha vinto, prende per primo la prima carta in cima al mazzo e inizia al turno successivo.

Situazione 2 – Regole Briscola

Giocatore A – E’ il mazziere, dà le carte al suo avversario e ad egli stesso. La briscola è a denari.

Giocatore B –  Inizia il gioco. Tra le sue tre carte, decide di usare un Re di spade.

Giocatore A – Non ha carte a spade, ma ha un 4 a denari che potrebbe usare come briscola e prendere, deciderà in base alle altre carte. Se ad esempio oltre al 4 di denari ha un Asso e un 3 di bastoni, preferirà sicuramente tenerseli e utilizzare la briscola. Poniamo che in questo caso, abbia un 7 di bastoni che vuole buttare via. Il giocatore B vince la mano, prende la prima carta in cima al mazzo e inizia il turno successivo.