Finisce l’estate ma non la Briscola!

I veri amanti della briscola come me non demordono mai, perciò il fatto che l’estate stia finendo (e un anno se ne va? non ancora!) non significa che le carte da Briscola vadano a finire in un cassetto, quel cassetto che odora un po’ di chiuso e ogni volta che lo apriamo capiamo che stanno passando gli anni. Poetica a parte, non metto mai le carte in un cassetto, ma le ripongo nel loro bello scatolino e le lascio in bella mostra sul tavolo. Qualunque amico o parente mi capiti a tiro, è facile preda di una partita di Briscola. Con me non si scappa!

Studiare la Briscola?

In questi giorni ho un pensiero in testa che mi intriga abbastanza. Vorrei approfondire il gioco della briscola da un punto di vista neurologico, psicologico, ovviamente andandomi a trovare delle fonti che possano aiutarmi in questo percorso. Ciò che voglio capire è come si comporta il giocatore della briscola, quali sono le sue operazioni “intellettive” ad esempio paragonate ad un gioco come gli scacchi. Sappiamo bene che quello è considerato il gioco d’intelligenza per eccellenza e non voglio tirare assolutamente paragoni (sarà perché sono anche un giocatore di scacchi?), però mi piacerebbe mettere in evidenza cosa passa nella testa di un giocatore di briscola. Che dite, è una cosa interessante o inutile? Accetto le critiche. Sarà perché sono intelligente? Cercheremo di scoprire anche questo.

Sul tavolo e online

Oltre che sul tavolo, le mie carte da briscola le tengo anche online. Certo non sono mie, ma le trovo sempre, non mancano mai e non sono a rischio di orecchietta nell’angolino. Sui siti che vi presento sul mio portale si può giocare a briscola online per soldi veri, perciò se siete appassionati come me non servono neanche tante parole. Provateli e fatemi sapere cosa ne pensate. Buona partita!